Sala Giovanni Battista Bertucci il Vecchio

SALA GIOVANNI BATTISTA BERTUCCI IL VECCHIO

 

Spoiler title

La sala è dedicata a Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), pittore faentino di cui si hanno notizie dal 1470 circa al 1516. Giovanni è il capostipite di una famiglia di artisti il cui ultimo esponente è suo nipote e omonimo Giovan Battista Bertucci il Giovane.

I dipinti qui esposti mostrano appieno lo stile maturo dell’artista, che fonde i caratteri della prima educazione umbra (a lungo le due tavole con San Giovanni Battista e la Santa Maria Maddalena furono attribuite al Pinturicchio) con l’influsso dell’ambiente bolognese dominato da Francesco Francia e da Lorenzo Costa.

La sala inizia presentando due tavole raffiguranti Madonne col Bambino (rispettivamente la Madonna col Bambino e San Giovannino e la Madonna col Bambino e San Paolo), per poi passare a due opere significative del pittore: l’Adorazione dei Magi e la Natività con i Santi Girolamo, Giovannino, Giovanni Evangelista e Bernardino da Siena, già nella chiesa di San Giuseppe di Faenza.

Notevole è la Pala Cittadini, datata 1511, così come la tavola della Madonna col Bambino, probabilmente realizzata per la chiesa di San Domenico di Faenza.
Tuttavia di particolare interesse sono i due Santi Maddalena e Giovanni Battista menzionati sopra. Essi infatti costituivano in origine i pannelli laterali di un polittico eseguito attorno al 1509 per la chiesa del Convento faentino di Santa Caterina per la famiglia Mengolini.

Il polittico, a seguito della soppressione napoleonica del convento, venne smembrato. La parte centrale (Adorazione dei Magi) venne trasportata ai Musei di Berlino, venendo poi distrutta a seguito degli eventi bellici del 1945, mentre la lunetta con l‘Incoronazione della Vergine, già nella raccolta Guidi di Faenza, attualmente è conservata in una collezione privata austriaca.

Sala Bertucci il Vecchio


OPERE


  173   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio, bottega di (Faenza, 1470 ca. – 1516), Madonna col Bambino e San Giovannino
tempera su tavola, cm. 58×45 (cornice di cm. 4), N. inv. 173
  170   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), Madonna col Bambino e San Paolo
olio su tavola, primo decennio sec. XVI, cm. 54,5×44 (cornice di cm. 4), N. inv. 170
  119   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), Adorazione dei Magi
olio su tavola, 1510 ca., cm. 175×139, N. inv 119

  174   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), Natività con i Santi Girolamo, Giovannino, Giovanni Evangelista e Bernardino da Siena

olio su tavola, 1510 ca., cm. 145×147 (cornice di cm. 25), dalla chiesa di San Giuseppe di Faenza, N. inv. 174
  178   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), Madonna col Bambino e i Santi Bernardino da Siena, Giovanni Battista, Celestino Papa e Antonio da Padova

olio su tavola, 1511, cm. 123×175 (cornice di cm. 6), dalla chiesa dei Celestini di Faenza (?), N. inv. 178
  121   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), Madonna col Bambino

tempera su tavola, ultimo decennio sec. XV, cm. 100×90 (cornice di cm. 8), dalla chiesa di San Domenico di Faenza (?), N. inv. 121
  172   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), Santa Maria Maddalena

olio su tavola, 1509 ca., cm. 111,5×54 (cornice di cm. 8), dalla chiesa del Monastero di Santa Caterina di Faenza, N. inv. 172
  171   Giovanni Battista Bertucci il Vecchio (Faenza, 1470 ca. – 1516), San Giovanni Battista

olio su tavola, 1509 ca., cm. 111,5×54 (cornice di cm. 8), dalla chiesa del Monastero di Santa Caterina di Faenza, N. inv. 171

GALLERIA