Più facile arrivare in Pinacoteca

Più facile arrivare in Pinacoteca

Quattro targhe in ceramica indicano la direzione per raggiungere la pinacoteca nelle vie del centro storico

La targa Pinacoteca e Muse in via S.Maria dell’Angelo 1

Nel centro storico di Faenza sono molte le targhe in ceramica e quattro di queste, di cui una collocata nei loggiati della Piazza, riportavano generiche indicazioni “Pinacoteca e musei”.
Con il lavoro di due dipendenti comunali, restauratori della ceramica, queste targhe sono state ripulite e sono tornate perfettamente leggibili.
Con l’occasione sono anche state aggiunte tre frecce ad indicare la direzione per raggiungere la pinacoteca. Rispettando le caratteristiche delle targhe,in terracotta, anche le frecce di indicazione sono state realizzate con lo stesso materiale.

La targa Pinacoteca e Musei in via Zanelli

Si è così completato un percorso segnaletico avviato più di cento anni. Negli archivi storici comunali sono stati infatti ritrovati i documenti che consentono di ricostruire l’intera vicenda della collocazione di queste targhe. Il 15 maggio 1906 il Sindaco Gallo Marcucci scrisse ad Achille Calzi, direttore della Pinacoteca, affinchè disponesse “con la massima sollecitudine che le Fabbriche riunite di Ceramiche mettano a disposizione del Comune” le targhe per la Pinacoteca Comunale.
Nella lettera del Sindaco sono ben precisati i caratteri dello stile della targa che corrispondono a quelli ancora presenti. Tre infatti dovevano contenere le parole Pinacoteca e Museo, poichè allora oltre alla Pinacoteca erano esposte varie raccolte museali attualmente gestite da altri istituti culturali cittadini, ed essere poste sulla porta di ingresso dell’attuale Palazzo degli Studi, all’angolo del palazzo Comunale all’inizio di via Severoli e all’angolo di Palazzo Pasolini Zanelli in via Pasolini. Sotto queste ultime due targhe doveva opportunamente essere dipinta “sul muro una freccia indicante la via da seguirsi per giungere” alla Pinacoteca.
Per la quarta targa, da porre sotto il portico del Palazzo Comunale sopra l’ingresso dell’attuale farmacia Marzari, doveva essere indicato anche l’indirizzo che con l’intervento di pulizia fatto in questi giorni è riapparso completamente.
A sollecitare le indicazioni del Sindaco vi era stata una precedente richiesta di Achille Calzi in cui ricordava la proposta fatta dal suo predecessore Tommaso Dal Pozzo morto tre mesi prima e affermava di essere in attesa delle iscrizioni da incidere nelle “targhe in terracotta che dovranno essere esposte per indicare ai forestieri la via che conduce a questa Pinacoteca”.
Sulla base di questi documenti si può dunque ipotizzare che l’impostazione classica delle targhe sia dovuta alle precise indicazioni date dal Sindaco Gallo Marcucci, mentre il fregio floreale a cornice delle targhe potrebbe essere una elaborazione di Achille Calzi sempre sensibile allo stile Liberty.
In quella occasione, come è scritto nelle lettere, si ipotizzò di mettere le indicazioni di direzione con cartelli stampati. Non sappiamo se allora vennero realizzati questi cartelli ma è certo che attualmente non se ne trovava traccia e queste indicazioni rimanevano pertanto non complete.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *