Alfonso Lombardi,
San Girolamo Penitente

Alfonso Lombardi,
San Girolamo penitente

Alfonso Lombardi, San Girolamo Penitente
Terracotta patinata, cm. 56 x 46 x 11,5, n. inv. 128

Nel rilievo in terracotta, S.Girolamo all’interno della grotta è rappresentato in ginocchio, mentre si batte il petto con un sasso, davanti al crocifisso. Accanto a San Girolamo c’è il leone accucciato.
II bassorilievo nel 1870 era di proprietà del sacerdote Domenico Valenti che lo aveva acquistato ad un’asta pubblica.
Poi, un nuovo proprietario, Agostino Cavina, nel 1895 lo vendette al Comune che poté così ricostituire quasi al completo la raccolta di Fra Sabba.

L’opera venne così descritta quando nei suoi ricordi descrisse il suo studiolo: “l’adorno con una figura d’un San Girolamo di terra ma finta di bronzo, quasi di tutto rilievo et di grandezza d’un cubito, di mano di Alfonso da Ferrara, la quale arditamente può comparire tra gli altri suoi lavori più famosi“.
Nella Pinacoteca di Faenza sono conservate altre due sue opere.
La prima è l’importante gruppo in terracotta con la Madonna, il bambino e i Santi Giovanni Evangelista e Giovanni Battista.
La seconda è un busto d’uomo, sempre in terracotta.

♦ Biografia dell’artista
← Sala Donatello