Il restauro al posto delle bomboniere: la scelta di due sposi

Gli sposi Giacomo e Laura celebrano il matrimonio in Pinacoteca

Il restauro al posto delle bomboniere: la scelta di due sposi

Laura, faentina, e Giacomo, siciliano, hanno scelto di restaurare due pale d’altare conservate in Pinacoteca al posto delle bomboniere.

La coppia ha usufruito dell’Art Bonus, finanziando il recupero di due opere del ‘500 di Giovanni Battista Bertucci il Vecchio, raffiguranti Maria Maddalena e San Giovanni Battista, che è proprio il santo patrono di Castelvetrano, il comune siciliano di cui è originario lo sposo. Le opere sono state restaurate da Maria Letizia Antoniacci.

Il ricevimento di nozze si è tenuto proprio in Pinacoteca, dove gli ospiti (fra cui tanti siciliani) hanno potuto godere delle collezioni. In questa occasione gli sposi hanno comunicato la loro scelta, particolarmente apprezzata tanto che altri hanno detto di voler seguire il loro esempio.

Il restauro è, infatti, un gesto che ogni cittadino può liberamente compiere, semplicemente consultando il sito Art Bonus gestito dal Ministero dei Beni Culturali, nel quale sono elencate le varie opere d’arte che necessitano di interventi, suddivise per collocazione geografica.

Restauro e Matrimonio in Pinacoteca
La coppia con le due opere che ha contribuito a restaurare

Un Must d’arte contemporanea

GIOVEDI’ 22 MARZO 2018, ore 17,00
Pinacoteca Comunale, via S.Maria dell’Angelo 9

Ugo Nespolo, Volta Affrescata
Ugo Nespolo, Volta affrescata. Opera n. 60 nelle collezioni d’arte contemporanea di Palazzo Zanelli

Incontro organizzato dall’Associazione Amici dell’Arte di Faenza.
Conferenza di presentazione della collezione di opere d’Arte Contemporanea nel palazzo comunale di via Zanelli.
Relatrice Patrizia Capitanio.

Leggi tutto “Un Must d’arte contemporanea”

Il fiasco in Pinacoteca

Il fiasco è un recipiente in vetro, diffuso fin dal 1300, generalmente utilizzato per contenere vino. Nel corso del tempo il fiasco ha avuto anche modifiche, soprattutto nel sistema di copertura dell’erba palustre. Tali modifiche sono documentate anche in tre diverse opere della Pinacoteca.

Interessante è anche la raccolta di opere d’arte che riproducono un fiasco, raccolta dal direttore della Pinacoteca e qui allegata.

Leggi tutto “Il fiasco in Pinacoteca”

Antonio Paolucci, La Pinacoteca di Faenza piccolo pantheon della pittura romagnola

Testo della conferenza del Prof. Antonio Paolucci tenuta a Faenza il 3 ottobre 1997 nella Sala di Rappresentanza della Banca di Romagna su invito della Sezione di Faenza di Italia Nostra.

Io non so chi ha inventato fra gli amici di Italia Nostra il sottotitolo di questa conferenza:La Pinacoteca di Faenza: piccolo pantheon della pittura romagnola”. Chiunque sia stato il titolo mi è piaciuto molto e faccio i complimenti a chi lo ha inventato perché è un titolo che sa di antica cultura, di antica erudizione, come quando si scriveva e si diceva (ora non più perché non c’è motivo per scriverlo e per dirlo): “Faenza Atene o Firenze di Romagna”. Era una iperbole retorica, certamente, che però nasceva da una conoscenza e da un orgoglio della cultura locale oggi sempre più difficile da incontrare, a Faenza come dappertutto.

Voglio anche dirvi della ragione (molto personale, molto affettiva) per cui stasera io sono qui avendo accettato con vero piacere l’invito di “Italia Nostra”.

Leggi tutto “Antonio Paolucci, La Pinacoteca di Faenza piccolo pantheon della pittura romagnola